– Margherita Picardi –

[ Goldsmith ]


 

Mapi nasce come nascono tutte le cose belle, un po’ per caso, da una
chiacchierata sotto le lenzuola, dalle prime parole della mia bimba che,
fondendo i nomi di “mamma” e “papà” chiamava così il nostro lettone.


Eppure Mapi sono anche le mie iniziali, quindi perché non usarle per dare un
nome ai gioielli che creo e plasmo con tanta passione?


Ma partiamo dall’inizio, dai dieci anni trascorsi viaggiando per l’Europa come
Visual Merchandiser per i più importanti brand internazionali di moda.


È stato vivendo e confrontandomi ogni giorno con la “Grande Bellezza” di
quei tessuti trasformati in abiti meravigliosi che ho sviluppato il mio amore
per i dettagli, per gli accessori.


Da qui la scelta di intraprendere, nel 2016, la Scuola Orafa Ambrosiana di Milano e dare forma al mio nuovo lavoro: creare gioielli in oro attraverso la fusione del lingotto.


Molteplici le tecniche per modellarlo, come la cera persa, il filo, la lastra
fino all’incastonatura e all’incisione: un approccio multidisciplinare che
mi permette di realizzare gioielli dallo stile sempre versatile, innovativo,
semplice ma al tempo stesso sofisticato ed elegante.


Gioielli ogni volta diversi e unici perché ispirati non solo ai miei sogni, ma a quelli dei miei committenti: non c’è ispirazione più preziosa dei desideri né
emozione più grande di riuscire a realizzarli con l’oro, da sempre materia di
scambio tra popoli e culture.


Per questo Mapi Jewelry più di un brand è una promessa,
una scelta, un modo di essere.


Margherita